!!!! …. ITALIA – NUOVI DECRETI – NUOVE REGOLE …. !!!!

Nella giornata di oggi è circolata la bozza del nuovo decreto del governo per arginare l’emergenza nata dal Coronavirus. 
Durante la conferenza stampa iniziata verso le 18:30 di oggi, 24 marzo, il presidente del Consiglio Giuseppe Conte ha annunciato il decreto, spiegando meglio alcuni punti che hanno sollevato qualche preoccupazione: non ultimo la data segnata come fine dell’emergenza prevista per il 31 luglio.

Il termine del 31 luglio ….

Riguardo al termine del 31 luglio, Conte ha spiegato che è solo la data indicata come fine dell’emergenza. È probabile quindi che le misure disposte per arginare l’epidemia, sempre che i dati lo consentano, vengano ridotte prima. «Faccio un ultima precisazione: assisto ancora questa mattina di una bozza che è una versione già superata. Abbiamo apportato ulteriori modifiche. Si è creato un po’ di discussione sul fatto che l’emergenza sarebbe stata prorogata fino al 31 luglio. A fine gennaio abbiamo deliberato lo stato di emergenza nazionale per sei mesi. Questo non significa che le misure saranno prorogate fino a luglio, quello è solo lo spazio dell’emergenza».

Le multe ….

Il premier ha spiegato anche che le multe per chi non rispetta le ordinanze potranno andare dai 400 ai 3mila. Non ci sarà però il fermo amministrativo del veicolo a bordo del quale si commette l’infrazione. Il presidente del Consiglio si anche lasciato andare a una visione più filosofica della quarantena che si sta affrontando in Italia: «Questa è l’occasione per fare delle riflessioni che di solito non riusciamo a fare. In queste giornate abbiamo più tempo per riflettere. Su di noi e sul nostro stile di vita».

Carcere fino a 5 anni per chi viola la quarantena ….

Il nuovo decreto con le sanzioni per chi infrange le disposizioni per arginare la diffusione del coronavirus prevede anche il carcere da uno a cinque anni per chi, pur positivo al virus, esce di casa violando il divieto assoluto di lasciare la propria abitazione. Con questo comportamento infatti si commette un reato contro la salute pubblica.
E questo è l’ultimo modello di autocertificazione approvato secondo il D.P.R. N. 445/2000 del 22/03/2020….

E ora, a quei connazionali che sono stati in diversi paesi del mondo e che hanno in qualche modo dimenticato la loro lingua o dialetto nativo italiano «Sono molto umile, dico» … per il loro benessere e quello dei loro parenti, parenti, amici, conoscenti, ecc …

SOGGIORNO A CASA !! …. – QUÉDATE EN LA CASA …. – STAY AT HOME …. – POBYT W DOMU …. – ZU HAUSE BLEIBEN …. – FIQUE EM CASA …. – Qëndroni në SHTEPI …. – STEAZĂ LA ACASĂ …. – ОСТАВЕТЕ В ДОМА ….
RESTEZ CHEZ VOUS …. – ЗАСТОСУЙТЕ ВДОМУ
E ANCORA UNA VOLTA, GRAZIE PER ESSERE QUI ….
ZanDokan
25/03/2020.
Blog personalizado, dedicado a la recopilación, análisis y difusión de sucesos nacionales e internacionales ….